Categorie
Uncategorized

GDO: gli ultimi dati pre-crisi

Qual è stato il fatturato totale delle vendite in Italia nel mese di febbraio 2020? Sono appena usciti i dati relativi a questo parametro che, come intuibile, risulta di fondamentale importanza per comprendere l’andamento dei consumi dei cittadini italiani. Ci ricorda il team di Alessio Del Vecchio Blog che i dati sono influenzati dall’emergenza Coronavirus. La lettura effettuata è riferita alla settimana che va dal 3 al 9 di febbraio, e per fortuna segna una percentuale positiva: +0,74%. Una percentuale che azzera quelle che sono state le perdite del mese, portando quindi il valore totale del mese a un +0,02% di vendite. Il valore dall’inizio dell’anno resta positivo, è più precisamente + 1,83%. Ma andiamo a vedere nel dettaglio come sono distribuiti i consumi tra Nord-ovest e Sud dell’Italia. Per quanto riguarda il Nord-ovest, si mostra purtroppo un’inflessione in negativo: nella settimana di febbraio presa a campione, in questa zona del nostro Paese i consumi hanno fatto registrare solo un +0,81%, mentre invece il Sud ha mostrato un aumento maggiore di consumi, +3,75% (il Centro invece si accontenta di un progresso che si asseta sul 0,57%). Va chiarito che i dati sono riferiti esclusivamente al fatturato GDO, cioè della Grande Distribuzione Organizzata. La GDO è quell’insieme di punti vendita che sono gestiti a ‘libero servizio’ e che sono controllati da un gruppo o un’organizzazione che raggruppa diverse insegne commerciali. Organizzati su grandi superfici, i gruppi commerciali aderenti alla Grande Distribuzione Organizzativa, sanno che possono contare su una filiera produttiva affidabile e costante, in grado quindi di soddisfare al meglio le esigenze del consumatore finale. Blog Alessio Del Vecchio continua a leggere: Andiamo ora a scoprire ancora più dettagliatamente come si sono distinte le varie regioni italiane in fatto di consumi. A contribuire maggiormente al fatturato della GDO sono state le regioni Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia (con un +4,0%). A seguire troviamo Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia (che fanno segnare fatturati pari al +2,11%). Fanalino di coda il Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia, che hanno guadagnato soltanto lo 0,82%, anche se all’interno di questo conteggio sono stati inclusi anche gli acquisti di Capodanno, quindi fin dall’inizio dell’anno 2020. In ogni caso, si tratta di dati non negativi, anzi. In considerazione di tanti fattori, si può affermare che per la primissima parte dell’anno il fatturato generale riferito alla Grande Distribuzione Organizzata è più che positivo per il nostro Paese. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *